Simone di Saintjust

L'iscrizione all'AIRE è effettuata a seguito di dichiarazione resa dall'interessato all'Ufficio consolare competente per territorio entro 90 giorni dal trasferimento della residenza e comporta la contestuale cancellazione dall'Anagrafe della Popolazione Residente del Comune di provenienza.

Fino a quando non siano decorsi i 90 giorni, la regolare notifica di un atto al soggetto incluso nella lista transitoria delle persone senza dimora (p.s.d.) che abbia presentato formale istanza di iscrizione all'AIRE, va effettuata con affissione all'albo pretorio del Comune in cui il soggetto è presente fra i senza fissa dimora.

Fermo restando che la notifica dell'avviso di accertamento a cui lei si riferisce è stata correttamente perfezionata, in generale, per eccepire il vizio di notifica di un atto di natura fiscale è necessario impugnare innanzi alla Commissione Tributaria Provinciale un conseguente atto notificato al destinatario (ad esempio la cartella esattoriale) o un qualsiasi provvedimento esecutivo (iscrizione di ipoteca, fermo amministrativo, pignoramento) del quale il destinatario viene a conoscenza.

E' evidente che il vizio di notifica che interessi un avviso di accertamento, dichiarato nullo in sede giudiziale, rende nulli anche tutti gli atti ed i provvedimenti esecutivi conseguenti.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.