Tullio Solinas

Il socio accomandante, il quale emetta assegni bancari tratti sul conto corrente della società, all'ordine di terzi, apponendovi la propria firma sotto il nome della società e per conto della stessa, in difetto della prova della sussistenza di una mera delega di cassa, assume solidale ed illimitata responsabilità per tutte le obbligazioni sociali (Cassazione sentenza 23651/14).

Al di là di questa remota ipotesi, il socio accomandante risponde per le obbligazioni assunte dalla sas nell'ambito del capitale conferito (i duemila euro che probabilmente ha incamerato in fase di liquidazione).

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.