Paolo Rastelli

Per la riscossione delle somme non pagate il concessionario della riscossione (Equitalia) può promuovere azioni cautelari e conservative, nonché ogni altra azione prevista dalle norme ordinarie a tutela del creditore.

Decorso inutilmente il termine di sessanta giorni dalla notifica della cartella esattoriale, persistendo l'omesso pagamento del dovuto, il ruolo costituisce titolo per iscrivere ipoteca esattoriale sui beni immobili del debitore e dei coobbligati per un importo pari al doppio dell'importo complessivo del credito per cui si procede.

L'agente della riscossione, dunque, anche al solo fine di assicurare la tutela del credito da riscuotere, può iscrivere la garanzia ipotecaria purchè l'importo complessivo del credito per cui si procede non sia inferiore complessivamente a ventimila euro.

Per quanto attiene l'eventuale precedente confisca, sarà poi un problema di Equitalia dimostrare il diritto di credito per evitare l'estinzione delle garanzie ipotecarie iscritte sul bene.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.