Ornella De Bellis

Una volta inquadrati i termini della problematica, leggendo gli articoli riportati in questa sezione ritengo perfettamente inutile corrispondere una parcella a mediatori terzi.

Poi tutto dipende dai rapporti che intercorrono con il soggetto a cui viene affidato l'incarico di trattare l'accordo, compreso il caso in cui il debitore si ritenga troppo coinvolto psicologicamente e non in grado di gestire una trattativa con la necessaria freddezza e lucidità.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.