Giuseppe Pennuto

Si tratta, dunque, di un sollecito di pagamento di una cartella esattoriale che la controparte ritiene correttamente notificata nel 2013.

Prima di muoversi, con istanze di annullamento in autotutela o ricorsi giudiziali, bisogna acquisire le informazioni necessarie.

Il che vuol dire recarsi presso gli sportelli Equitalia per esigere copia della relata di notifica della cartella esattoriale e all'ufficio contravvenzioni del Comune per farsi consegnare una copia della relata di notifica del verbale della sanzione amministrativa, il cui mancato pagamento ha originato l'emissione della cartella esattoriale.

La notifica di un verbale di multa o di una cartella esattoriale nelle mani dei genitori non conviventi del destinatario dell'atto è nulla, come ribadito anche recentemente dai giudici di legittimità.

Tuttavia il sollecito di pagamento non è un atto impugnabile. Bisogna sapere a chi furono a suo tempo consegnati il verbale di multa e la cartella esattoriale.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.