Genny Manfredi

La legge prevede la compensazione tra i debiti tributari (dello Stato, delle Regioni e degli enti locali) previdenziali e assistenziali oggetto di cartelle di pagamento di Equitalia, di accertamento esecutivo dell'Agenzia delle Entrate e di avviso di addebito dell'Inps notificati entro il 31 marzo 2014, con i crediti non prescritti, certi, liquidi, ed esigibili relativi a somministrazioni, forniture e appalti con lo Stato, gli enti pubblici nazionali, le Regioni gli enti locali o gli enti del Servizio sanitario nazionale.

Non è prevista la compensazione fra debiti per sanzioni amministrative (multe) verso enti locali e crediti tributari vantati dallo Stato.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.