Carla Benvenuto

Per rispondere alla sua domanda sarebbe necessario leggere il contratto di fideiussione da lei sottoscritto e conoscere, almeno, il tipo di società per la quale ha prestato garanzia e di cui era socio.

Ipotizzando che si tratti di una società di persone e che la fideiussione rientri fra quelle standard, si può affermare in generale che lei dovrà rispondere, in qualità di fideiussore e socio, del debito complessivo accumulato dal soggetto giuridico che lei ha garantito.

La data di costituzione del fondo patrimoniale, infatti, non limita l'ambito della responsabilità patrimoniale in capo al socio fideiussore ma solo, eventualmente, i beni che potranno essere soggetti ad azione esecutiva.

Sotto questo aspetto va aggiunto che il conferimento al fondo patrimoniale costituito nel 2011, dell'immobile che lei già possedeva al momento della stipula del contratto di garanzia, e che faceva parte degli assets patrimoniali del fideiussore dei quali il creditore garantito era presumibilmente a conoscenza, è inefficace nei confronti della banca.

Per quanto attiene l'efficacia nei confronti della banca del conferimento del secondo immobile al fondo patrimoniale nulla è possibile affermare sulla base dei soli dati riportati nel quesito: ma, è evidente che, se l'acquisto del secondo immobile è stato effettuato con disponibilità presenti, a giugno 2011, in conto corrente o in conto titoli presso il creditore garantito, anche il conferimento al fondo patrimoniale del secondo immobile è inefficace nei confronti della banca.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.