Ornella De Bellis

Il creditore è già in possesso di un titolo esecutivo, la sentenza.

Per avviare un'azione esecutiva transanazionale efficace, il creditore dovrà individuare innanzitutto il datore di lavoro del debitore.

Una volta stabilito che il debitore lavora in Belgio, il creditore, in base a quanto disposto dalla Commissione europea (regolamento 805/2004) in materia di titoli esecutivi in ambito transfronatilero comunitario, dovrà chiedere al giudice italiano, che ha pronunciato la sentenza, che la decisione sia certificata come titolo esecutivo europeo.

Il creditore dovrà quindi affidare il titolo esecutivo europeo ad uno studio legale belga il quale chiederà al Tribunale belga territorialmente competente (quello in cui è ubicata l'azienda presso la quale lavora il debitore) di disporre il pignoramento dello stipendio secondo le modalità e le procedure vigenti nel paese ove il debitore si è trasferito.

Sicuramente la procedura esecutiva sarà notificata al debitore in Belgio, presso il domicilio segnalato al datore di lavoro.

Per quanto attiene, invece, le modalità di esecuzione e la quota prelevabile dallo stipendio non siamo purtroppo in grado di fornirle informazioni certe.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.