Simonetta Folliero

Per verificare se è in atto la procedura, e presentare istanza di insinuazione al passivo, bisogna necessariamente recarsi presso la cancelleria del Tribunale ove ha sede legale il soggetto che si presume sottoposto a procedura fallimentare.

Può presentare la domanda di insinuazione fino a trenta giorni prima della data di esame dello stato passivo (è tuttavia opportuno informarsi delle prassi adottate presso il tribunale in cui è stata incardinata la procedura fallimentare) e ha tempo, comunque, fino a 180 giorni dopo la dichiarazione di fallimento.

Non è necessario il decreto ingiuntivo, copia delle fatture vanno bene, ma, a seconda della categoria di appartenenza del creditore (fornitore, artigiano, esercente attività di impresa o di lavoro autonomo ecc...) viene richiesta altresì specifica documentazione.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.