Giorgio Martini

La pensione è pignorabile, per la parte che eccede il minimo vitale (circa 500 euro), fino al 20% del rateo mensile netto.

Qualora il debitore principale, da lei garantito, non rimborsasse il debito, il creditore potrebbe pignorarle, fino al 20% come già accennato, la parte eccedente il minimo vitale.

Potrebbe farlo rivolgendosi direttamente all'INPS (pignoramento presso terzi) indipendentemente da dove lei risieda di fatto.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.