Ludmilla Karadzic

L'impressione è che la sua compagna abbia ricevuto la visita di un agente di recupero crediti che, facendosi credere un un ufficiale giudiziario, si è comportato in aperta violazione di qualsiasi legge.

La dichiarazione all'Ufficiale giudiziario può essere resa solo dal debitore, non da un terzo. L'ufficiale giudiziario non si permette di fare riferimento alle possibili azioni esecutive che potrebbero essere intraprese dal creditore, non è suo compito.

Il credito ha tutta l'impressione di essere prescritto ed è comunque onere del creditore esibire eventuali comunicazioni (inviate con raccomandata AR) interruttive della prescrizione.

Il suggerimento è quello di chiedere, semmai l'episodio dovesse ripetersi, il tesserino di identificazione e, nel caso il visitatore non gradito si rivelasse un impostore, mandarlo via a calci.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.