Annapaola Ferri

La cartella esattoriale notificata nel 2014 si riferisce all'omesso pagamento della Tarsu di un anno precedente. Il debito, nel momento in cui fu iscritto a ruolo, era rapportato alla dichiarazione, allora nota, di 118 mq.

Dunque, la cartella esattoriale è stata formulata correttamente nell'importo al tempo dovuto.

La differenza fra quanto avrebbe dovuto pagare in base alla metratura accertata e quanto era obbligato a pagare in base alla dichiarazione infedele, le verrà richiesto in un'unica soluzione e sarà riferito ai cinque anni precedenti la data di accertamento.

Dal prossimo anno dovrebbe ricevere a casa la richiesta di versamento della Tarsu in base alla reale estensione dell'immobile soggetto a tassazione.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.