Marzia Ciunfrini

Il problema non è tanto quello relativo al regime patrimoniale di separazione dei beni adottato dai coniugi, tanto quello afferente l'accettazione o la rinuncia dell'eredità lasciata dal coniuge defunto.

Se non c'è stata rinuncia all'eredità, il coniuge superstite è obbligato a rimborsare il creditore, anche se vigeva un regime di separazione dei beni ed anche se le cambiali erano state sottoscritte dal defunto senza avallo o garanzie del coniuge superstite.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.