Rateizzazione della cartella esattoriale - decadenza dal beneficio

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento, oppure qui.

La decadenza dalla rateazione si verifica con il mancato pagamento di otto rate, anche non consecutive (mentre prima era sufficiente il mancato pagamento di due rate consecutive per far scattare la decadenza).

La norma di riferimento è l'articolo 19, comma 3, del DPR numero 602/1973, come modificato dall'articolo 52, comma 1, lettera a) punto 2), del Decreto Legge numero 69/2013.

Tale norma è di immediata applicazione.

Essa pertanto si applica alla rateizzazioni già concesse ed anche a quelle che siano state bloccate a causa di due rate non pagate.

In tale ultimo caso sarà ancora possibile proseguire con la rateizzazione e riprendere il versamento delle altre quote, purchè ovviamente non sia stato superato il limite delle otto rate.

Al riguardo Equitalia ha precisato (direttiva del 1 luglio 2013) che:

"Tale previsione riteniamo possa trovare applicazione anche per i piani di rateazione già concessi ed in essere alla data di entrata in vigore dell'articolo in commento.

In ragione della ratio della norma, così come esplicitata nella Relazione tecnica, peraltro, anche in presenza di decadenza dal beneficio della dilazione, già intervenuta alla stessa data, potrebbe ipotizzarsi una disciplina di particolare favore per i debitori, che eviti loro di essere esclusi dalla fruizione dell'agevolazione introdotta dal Legislatore".

 

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca