Riscossione coattiva dei crediti – Decreto ingiuntivo e precetto [Commento 1]

  • dome1555 9 aprile 2015 at 07:56

    Quando il creditore può notificare direttamente il "precetto" senza passare dal " decreto ingiuntivo" ??
    Grazie, Domenico

    • Ludmilla Karadzic 9 aprile 2015 at 10:41

      Il codice civile prevede, oltre ai decreti ingiuntivi, i seguenti titoli esecutivi, in base ai quali è possibile ottenere un precetto:

      1. sentenza passata in giudicato, cioè quelle che la parte perdente non ha impugnato entro i termini previsti dalla legge (ad esempio, le sentenze del Tribunale quando non sia stato proposto appello nei trenta giorni dalla notifica);
      2. alcune ordinanze del giudice;
      3. il verbali di conciliazione fra le parti;
      4. licenze e sfratti convalidati ex art.663 c.p.c.;
      5. scritture private autenticate, relativamente alle obbligazioni di somme di denaro in esse contenute;
      6. cambiali non pagate alla scadenza e assegni emessi senza provvista;
      7. atti redatti da notaio o da altro pubblico ufficiale ma solo per obbligazioni di somme di denaro.

Torna all'articolo