Rischio pignoramento immobile in comunione dei beni

La donazione può tutelarci dal pignoramento?

Mio padre, pensionato, da tempo riceve cartelle esattoriali relative a debiti contratti nello svolgimento della sua attività commerciale/artigianale.

Ha una pensione bassa (non minima) e non è in grado di pagare. Mia mamma nel 1984 ha acquistato la casa ove abitano "convinta" di essere unica acquirente poichè poco tempo prima entrambi, avevano chiesto regime di separazione di beni davanti ad un notaio.

Nel tentativo di mettere al sicuro l'immobile, si recò da un notaio per una donazione a mio favore ed emerge che l'atto di regime patrimoniale di separazione dei miei genitori non è mai stato notificato al Comune; in breve, ad oggi risultano in comunione e quindi la casa potrebbe essere oggetto di pignoramento.

Vi chiedo a questo punto, se la donazione della casa, fatta da mio padre e mia madre OGGI, possa tutelarci dal pignoramento (mai richiesto; attualmente ripeto arrivano solo cartelle di pagamento)?

Cosa mi consigliate sia opportuno fare? Se anche il Comune annoti l'atto di 30 anni fa (regolarmente registrato al Tribunale), tale annotazione ha effetto retroattivo?

La donazione può essere contestabile dai creditori di mio padre?

Le donazioni sono sempre revocabili, se evidentemente finalizzate ad evitare ipoteca o pignoramento

Le donazioni sono sempre revocabili, se evidentemente finalizzate ad evitare ipoteche in seguito al mancato pagamento di quanto preteso dalla PA.

L'annotazione a margine dell'atto di matrimonio del regime adottato di separazione dei beni doveva essere chiesta da sua madre, sulla base della documentazione attestante l'avvenuta registrazione.

Dal 2 marzo 2012 (data di entrata in vigore del decreto legge numero 16/2012) l'Agente della riscossione può iscrivere la garanzia ipotecaria solo se

  1. l'importo complessivo del credito per cui si procede non è inferiore, complessivamente, a 20.000 euro;
  2. i beni, venduti all'asta, avrebbero valore non inferiore a 20.000 euro (5° comma dell'articolo 3 decreto legge 16/2012).

21 settembre 2012 · Rosaria Proietti

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

, , , , ,

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su rischio pignoramento immobile in comunione dei beni. Clicca qui.

Stai leggendo Rischio pignoramento immobile in comunione dei beni Autore Rosaria Proietti Articolo pubblicato il giorno 21 settembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 4 giugno 2017 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca