Rischio di pignoramento [Commento 2]

  • GIUSY.GEMELLI 28 gennaio 2015 at 23:02

    Salve,
    c'è una cosa che vorrei sapere. Ho diverse cose in arretrato con i pagamenti. Contributi inps, Iva, canoni rai, tari......insomma un casotto. Il mio tormento è che mi venga pignorato il conto corrente con quei pochi euro che mi servono per vivere, avevo pensato di buttare la somma residua su una carta revolving di cui ne sono titolare rilasciatami da una finanziaria ma mi sorge il dubbio che anche quella possa essere soggetta a pignormamento...qualcuno mi sa rispondere. grazie anticipatamente

    • Annapaola Ferri 29 gennaio 2015 at 07:32

      Sicuramente, caricando la carta revolving, rende più difficile al creditore l'individuazione del rapporto di conto corrente da pignorare. Tuttavia, tenga conto che, adesso, l'ufficiale giudiziario può accedere all'anagrafe tributaria, dalla quale risultano tutte le disponibilità riconducibili ad uno specifico codice fiscale. Ma, basterebbe anche un semplice impiegato della sua attuale banca, poco attento ed incurante della privacy, a riferire del collegamento fra il suo conto corrente e quello collegato alla carta revolving.

      La soluzione migliore, nella situazione da lei descritta, è quella di far aprire un conto corrente a persona di fiducia, riservando a lei la delega ad operare e disporre.

1 2 3

Torna all'articolo