Ottenere il risarcimento dei danni da vacanza rovinata

Nel caso il consumatore, ritenendo l'inadempimento dell'organizzatore non di lieve entità, intenda avanzare una richiesta risarcitoria anche per danno da vacanza rovinata deve promuovere un giudizio civile nei confronti dell'organizzatore, se quest’ultimo contesta la propria responsabilità.

L'organizzatore, se lo ritiene, può coinvolgere nello stesso giudizio la Compagnia per essere da questa coperta dell'eventuale onere risarcitorio.

Praticamente si attiva, nella stessa causa, un contenzioso contestuale e parallelo al tempo stesso che riguarda la Compagnia ed il proprio assicurato, che nella specie è il tour operator.

Ciò a prescindere dall'eventuale risarcimento riconosciuto al consumatore turista in base alla polizza infortuni, di cui comunque si tiene conto se già riconosciuto e liquidato in via stragiudiziale.

Al contrario, il turista può agire per tutti i danni che ritiene di avere subito in conseguenza dell'inadempimento dell'organizzatore del viaggio, avviando una causa sia nei confronti del tour operator, sia nei confronti della Compagnia limitatamente alla copertura da polizza infortuni.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ottenere il risarcimento dei danni da vacanza rovinata.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.