Il risarcimento danni tramite le polizze assicurative stipulate prima del viaggio

Veniamo ora alla questione dell'operatività delle coperture assicurative che l'organizzatore di viaggi stipula con le Compagnie: la polizza infortuni e la polizza di responsabilità civile.

La polizza infortuni è un contratto a favore di un terzo, vale a dire un contratto stipulato nella specie tra tour operator e Compagnia di assicurazione i quali stabiliscono limiti di copertura ed ambiti di operatività della polizza, ma il beneficiario “diretto” è il turista che lamenta di avere subito un sinistro in corso di viaggio.

Il turista in tal caso, messo al corrente dal Tour operator circa la Compagnia di assicurazione ed il numero di polizza, ha facoltà di attivarsi direttamente nei confronti della Compagnia di assicurazione per essere indennizzato dell'infortunio subito, come detto, nei limiti delle condizioni di polizza concordate dai contraenti.

Di solito, la polizza infortuni copre ogni evento lesivo occorso al turista durante il viaggio produttivo di un danno di natura fisica.

Di norma, la polizza in questione viene attivata in caso di eventi accidentali e prescinde dall'indagine circa l'attribuzione di responsabilità nella causa dell'evento.

La polizza di responsabilità civile, invece, opera in maniera totalmente diversa e non ha nulla a che vedere con la classica rc auto.

Innanzitutto, non può essere attivata dal turista che ritiene l'organizzatore responsabile dell'inadempimento che ha dato luogo al danno.

In questo caso il consumatore non ha la legittimazione ad agire nei confronti della Compagnia di Assicurazione.

E' onere del tour operator comunicare alla Compagnia la richiesta risarcitoria avanzata nei suoi confronti, per essere tenuto indenne in base alle previsioni contrattuali della polizza dalle conseguenze derivanti dall'inadempimento lamentato dal cliente.

Solo l'organizzatore contraente è quindi legittimato ad agire nei confronti della Compagnia assicurativa.

La copertura di responsabilità civile opera in caso di accertamento giudiziale della responsabilità del tour operator, da cui discende anche l'obbligo per la Compagnia assumersi tutta la responsabilità per il tour operator assicurato.

Accordi transattivi in corso di causa non escludono la possibilità che vi partecipi la Compagnia, facendosi carico del sinistro, a prescindere dall'accertamento giudiziale della responsabilità del contraente/tour operator.

Molto raramente la Compagnia interviene prima dell'introduzione della causa o in sede di procedimento di mediazione.

Il consumatore può naturalmente chiedere copia delle polizze sottoscritte dall'organizzatore per conoscere le condizioni ed i limiti di copertura.

Occorre tenere conto che il tour operator stipula una sola polizza cumulativa infortuni ed una polizza di responsabilità civile che riguardano tutti i partecipanti ed i viaggi dallo stesso organizzati.

Ciò incide sui massimali delle polizze che naturalmente tengono conto del numero di partecipanti, della tipologia e numero di viaggi che il tour operator mediamente organizza annualmente.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il risarcimento danni tramite le polizze assicurative stipulate prima del viaggio.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.