La riforma della filiazione » i figli sono tutti uguali

Il 7 febbraio 2014 entrerà il vigore il Decreto Legislativo del 28 dicembre 2013, numero 154 che contiene le disposizioni finalizzate ad eliminare ogni discriminazione tra i figli, anche adottivi, nel rispetto dell'articolo 30 della Costituzione.

Il provvedimento, come appena accennato, ha lo scopo di garantire la completa eguaglianza giuridica tra figli nati nel matrimonio e fuori dal matrimonio e comporta modifiche al codice civile, al codice penale, ai codici di procedura civile e penale e alle leggi speciali in materia di filiazione.

Di seguito indichiamo le principali novità:

  1. si introduce il principio dell'unicità dello stato di figlio, anche adottivo, e si eliminano dalle norme i riferimenti ai figli “legittimi” e ai figli “naturali”, sostituendoli con quello di “figlio”;
  2. si introduce il principio per cui la filiazione fuori dal matrimonio produce effetti successori nei confronti di tutti i parenti e non solo con i genitori;
  3. viene sostituita la nozione di “potestà genitoriale” con quella di “responsabilità genitoriale”;
  4. vengono modificate le disposizioni di diritto internazionale privato, in attuazione del principio dell'unificazione dello stato di figlio;
  5. si introduce il diritto degli ascendenti di mantenere “rapporti significativi” con i nipoti minorenni;
  6. è stata disciplinata la procedura di ascolto dei minori, se capaci di discernimento, all'interno dei procedimenti che li riguardano;
  7. è stato portato a dieci anni il termine di prescrizione per l'accettazione dell'eredità per i figli nati fuori dal matrimonio;
  8. in materia di successione, è stato soppresso il “diritto di commutazione” in capo ai figli legittimi fino ad oggi previsto per l'eredità dei figli naturali.

1 febbraio 2014 · Antonella Pedone

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la riforma della filiazione » i figli sono tutti uguali.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.