Ricorso alla cartella esattoriale - la mediazione tributaria

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina.

Reclamo e mediazione tributaria obbligatoria

L'articolo 39, comma 9, decreto legge numero 98/2011 (convertito, con modificazioni, dalla legge numero 111/2011) ha introdotto nel decreto legislativo numero 546/1992 l'articolo 17-bis, rubricato "Il reclamo e la mediazione". Il reclamo e la mediazione riguardano esclusivamente le controversie di valore non superiore a 20.000 euro relative a tutti [ ... leggi tutto » ]

Le controversie oggetto di mediazione tributaria

La mediazione tributaria può essere applicata solo per le controversie di valore non superiore a 20.000 euro, relative a tutti gli atti impugnabili, individuati dall'articolo 19 del decreto legislativo numero 546 del 1992, emessi esclusivamente dall'Agenzia delle entrate e notificati a partire dal 1° aprile 2012. La mediazione può [ ... leggi tutto » ]

Ricorso a cartella esattoriale e mediazione tributaria

Si ritiene che trovi applicazione al procedimento di mediazione anche il disposto dell'articolo 19, comma 3 del decreto legislativo numero 546 del 1992, in base al quale "La mancata notifica di atti autonomamente impugnabili, adottati precedentemente all'atto notificato (come, appunto, la cartella esattoriale) ne consente l'impugnazione unitamente a quest'ultimo". [ ... leggi tutto » ]

Mediazione tributaria - L'agenzia delle Entrate come legittimato passivo

Il comma 1 dell'articolo 17 bis del decreto legislativo numero 546 del 1992 trova applicazione limitatamente alle controversie concernenti atti emessi dall'Agenzia delle entrate. Di conseguenza, tra i requisiti posti dalla norma in commento vi è la legittimazione processuale passiva dell'Agenzia delle entrate nell'eventuale, successivo processo. Al riguardo occorre [ ... leggi tutto » ]

La procedura di mediazione tributaria e l'eventuale successivo ricorso

Trascorsi novanta giorni, a cui non si applica la sospensione feriale dei termini, dal ricevimento dell'istanza da parte della Direzione regionale o provinciale o del Centro operativo, senza che sia stata conclusa la mediazione ovvero che sia intervenuto l’accoglimento, anche parziale, o il diniego dell'istanza, inizia a decorrere il [ ... leggi tutto » ]

Sospensione della riscossione durante la fase di mediazione tributaria

La presentazione del reclamo non comporta la sospensione automatica dell'esecuzione dell'atto impugnato. Tuttavia, anche nell'ambito del procedimento amministrativo disciplinato dall'articolo 17-bis del decreto legislativo numero 546 del 1992, per sua natura funzionale al riesame ed eventuale rideterminazione della pretesa, il contribuente può chiedere la sospensione degli effetti dell'atto. Quando [ ... leggi tutto » ]