Richiesta di cambiali o assegni postdatati

Fino al 2004 usavo varie carte di credito che poi non sono più riuscita a pagare......erano 4 in totale.

Tre di queste dopo vari tentativi hanno ceduto il credito a delle società di recupero e con le quali ho trovato un'accordo: una ho ottenuto un saldo e stralcio e le altre due le pago a 50 euro al mese avendo io sia il quinto e il doppioquinto sulla busta paga e non avendo assolutamente nulla intestato a me...della serie se vogliono i soldi ho li prendono così o aspettano che finisca di pagare le due trattenute sulla busta paga (finisco entrambre nel 2017) e poi pignorarmi lo stipendio. Per quanto riguarda l'ultima carta di credito, che era della Diners, nel 2006 o 2007 ho ricevuto la visita di uno del recupero crediti e lui, vista la mia situazione, mi ha fatto scrivere una richiesta di rateazione a 50 euro al mese (e grazie a questo suo suggerimento ho trovato l'accordo con le altre due società). Non ho mai avuto risposta dalla Diners nè dal signore del recupero credito.

Ieri, quindi dopo 3 o 4 anni (non ricordo di preciso) mia madre (con la quale nel frattempo sono tornata a vivere) trova una busta anonima per me nella buca. All'interno un semplice bigliettino dove diceva che avevano della documentazione importante su di me e un nome e numero di cellulare. Telefono e mi dice che ora mai siamo in fase giudiziaria, che la Diners tre anni prima aveva ceduto il credito e che non avendomi mai trovata ora non si poteva fare nulla se non pagamenti di 100 euro con cambiali o assegni post datati....io mi sono subito rifiutata e poi parlando con questo signore le ho chiesto da quanto aveva la mia pratica e lui mi ha detto da tre giorni.....quindi lui mi ha subito trovata...quindi non ero sparita.

Ora vorrei incontrare questa persona per vedere questi fogli che dice che ha ma vi chiedo di dirmi se, secondo, il mio ragionamento che ora vi spego fila:

1)Ho già due trattenute sulla busta paga e mi risulta che per pignorarmi lo stipendio devono aspettare che finisca di pagare le due trattenute o al massimo bloccano una di queste trattenute per fare il pignoramento;

2)Non ho nulla di intestato, nemmeno la macchina...vivo nella casa di mia mamma......e lei non ha mai messo firme o altro per me

3)Nessuno mi può obbligare a fare cambiali o addirittura assegni post datati

quindi l'unica cosa che rischio è che nel 2017 mi pignorino lo stipendi di un quinto per recuperare la somma che a oggi si aggira sui 2800 euro.....così mi ha detto quello del recupero crediti...che dovrei vedere nei prossimi giorni.

Il mio ragionamento è giusto e cosa mi consigliate di fare....io sono disposta a pagare 50 eruo al mese (100 fra sei mesi quando finisco di pagare una delle tre carte di cui sopra)ma non con cambiali o assegni post datati....

Per fare una domanda agli esperti vai alforum

Per approfondimenti, accedi allesezioni tematiche del blog

23 novembre 2010 · Simone di Saintjust

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

, , , , , , , , , , ,

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su richiesta di cambiali o assegni postdatati. Clicca qui.

Stai leggendo Richiesta di cambiali o assegni postdatati Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 23 novembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria assegni cambiali e conti correnti - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca