Regione sardegna - bonus asilo nido di 250 euro

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Al via la presentazione delle domande per richiedere gli incentivi che aiutino i genitori che lavorano a conciliare vita familiare e lavorativa attraverso l'utilizzo dei servizi socio educativi offerti dai nidi e dai micronidi.

Possono presentare domanda fino al 31 marzo 2009 le lavoratrici e i lavoratori che si trovino nelle seguenti condizioni:

1) siano residenti in Sardegna;
2) siano titolari di regolare contratto di lavoro subordinato (a tempo indeterminato, determinato, full-time, part-time) o siano titolari di regolare contratto di lavoro parasubordinato (lavoro a progetto, collaborazione coordinata e continuativa, lavoro occasionale) oppure esercitino un'attività di lavoro autonomo attestata dall'iscrizione al Registro camerale o ad un albo, professionale o da altra documentazione idonea a comprovare l'effettiva esistenza dell'attività e possano dimostrare una regolare posizione rispetto alle norme fiscali e previdenziali;
3) abbiano uno o più figli di età compresa fra i 3 e i 36 mesi al momento della fruizione del servizio per il quale è richiesto il contributo.

I lavoratori interessati dovranno presentare la richiesta di assegnazione del contributo al proprio Comune di residenza o all'Ente gestore dell'ambito Plus (piano locale unitario dei servizi) di competenza se questo ha autorizzato la presentazione della domanda tramite uno specifico avviso.

Sono disponibili 9milioni di euro destinati alla copertura delle spese per l'erogazione dei contributi per l'anno educativo 2008- 2009 limitatamente al periodo 1°marzo-31 luglio.

Il contributo verrà calcolato sulla base dell'Isee fino ad un massimo di 250 euro per ogni figlio e con un limite di reddito Isee fino a 35 mila euro.

Il contributo è concesso a prescindere dal reddito ai genitori che si trovino in una delle seguenti condizioni:
- siano genitori di un bambino con disabilità grave;
- costituiscano col bambino una famiglia monoparentale;
- uno dei genitori abbia una disabilità grave o si trovi in questa condizione uno dei fratelli del bambino.

Coloro che verranno ammessi al finanziamento riceveranno una comunicazione dalla Regione. L'erogazione del contributo avverrà dopo il 31 luglio 2009 con la presentazione di ricevute o fatture che attestino la spesa sostenuta presso le strutture autorizzate nel periodo 1° marzo-31 luglio 2009.

2 marzo 2009 · Antonio Scognamiglio

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

cerca