Regione Lombardia - Bonus fino a 8.000 euro per rottamazione auto

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Buone notizie per gli automobilisti lombardi: la Regione ha infatti, investito circa 25 milioni di euro a fondo perduto tutti alla rottamazione. Si tratta di bonus cumulabili con gli incentivi statali. Insomma non è mai stato così conveniente cambiare macchina in 210 comuni.

COME FUNZIONA

Il nuovo bando del Pirellone allarga il novero dei destinatari: vi potranno accedere tutti i proprietari di automobili Euro 0 a benzina oppure Euro 0, Euro 1 o Euro 2 diesel destinate alla rottamazione.

Altro requisito per ottenere il bonus è il reddito: le fasce più deboli sono ovviamente maggiormente incentivate e indotte a comprare una nuova auto più ecologica o a trasformare la vecchia con l'impianto a gas.

I single destinatari degli incentivi non debbono guadagnare più di 20 mila euro.

Per una famiglia con due figli minori e due genitori che lavorano, il reddito limite per poter accedere agli incentivi è di 53.200 euro.

Questa soglia cresce se il numero di figli è maggiore (fino alla soglia ipotetica di 96 euro per una famiglia con otto figli) e anche, in misura superiore, se in famiglia ci sono disabili.

In dettaglio, ne ha diritto chi, in possesso delle caratteristiche già descritte, acquista una vettura, nuova o usata, elettrica, ibrida, a metano, a Gpl, bifuel (Gpl-benzina o metano-benzina) o a benzina di classe Euro 3 o superiore, che abbia emissioni di CO2 non superiori a 140 g/km.

È previsto inoltre un contributo di 600 euro per chi istalla sulla propria vettura a benzina, di qualsiasi classe, anche Euro 4, un impianto a Gpl o a metano.

Tale contributo potrà essere riconosciuto anche a chi farà montare sulla propria vettura diesel il dispositivo antiparticolato (quando sarà disponibile).

Il contributo sarà erogato in forma di voucher elettronico.

FACCIAMO DUE CONTI

Il bonus è pari a tremila euro ed è cumulabile con gli incentivi statali e con quelli per le vetture a gas.

Sommandoli ai 1.500 euro riconosciuti dallo Stato per la rottamazione e ai bonus governativi per le vetture a gas (1.500 o 2.000 euro per quelle a Gpl, 1.500 o 3.500 per quelle a metano), si arriva a scalare fino a ottomila euro dal prezzo di listino, cifra a cui va aggiunto lo sconto del concessionario.

Riccardo Capannelli

Articoli correlati:

Rottamazione auto Regione Lombardia - Requisiti e procedura per effettuare la richiesta del contributo
Precisazioni dell'ANCMA sugli ecoincentivi statali alla rottamazione

19 marzo 2009 · Simone di Saintjust

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Anna 30 novembre 2009 at 19:58

    una mia conoscente di anni 86 possiede una Alfa Romeo 33 del 1985 e, non potendo più guidarla per motivi di salute vorrebbe rottamarla. E' possibile avere dei contributi anche non comperando un'altra macchina?
    Grazie

    • Anonimo 18 maggio 2011 at 20:00

      dille anche che oltre ai contributi la regione le passa la pensione a vita di 5000 euro al mese + vitto e alloggio gratis per 4 mesi in località di mare a sua scelta fra egitto, tunisia, e grecia.

      ma secondo te che domanda idiota è questa? ma stai scherzando o fai sul serio??

    1 2 3