Durata del regime fiscale di vantaggio

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

1. Il regime fiscale di vantaggio si applica per il periodo di imposta di inizio attività e  per i quattro successivi. I soggetti che non hanno ancora compiuto il trentacinquesimo  anno di età possono continuare ad applicare il regime fiscale di vantaggio fino al  periodo di imposta di compimento del trentacinquesimo anno di età, senza esercitare  alcuna opzione espressa.

2. Per esercizio di attività e per inizio di una  nuova attività produttiva di cui  all'articolo 27, comma 2, lettera a) del decreto legge 6 luglio 2011, numero 98, si fa  riferimento allo svolgimento effettivo e all'inizio effettivo della stessa e non alla sola  apertura della partita IVA.

3. Coloro che, per scelta o al verificarsi di un  motivo di esclusione, cessano di  applicare il regime fiscale di vantaggio non possono più avvalersene, anche nell'ipotesi  in cui, nel corso del quinquennio ovvero non oltre il periodo di imposta di compimento  del trentacinquesimo anno di età, tornino in possesso dei requisiti di cui all'articolo 1,  commi 96 e 99 della legge 24 dicembre 2007, numero 244 e dell'articolo 27, commi 1 e 2,  del decreto legge 6 luglio 2011, numero 98.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.