Recupero crediti selvaggio e Sky Italia » La vicenda

Nel 2010 una signora si rivolge al CTCU per una consulenza: il contratto da lei stipulato su base annuale con Sky è stato prolungato (con relative richieste di pagamento) dopo la sua scadenza naturale senza un avviso e nonostante la clausola di rinnovo tacito non sia desumibile dalla richiesta di abbonamento sottoscritta dalla cliente.

Il consulente del CTCU fa reclamo a Sky ma non ottiene alcuna risposta.

Nel 2011 reitera nuovamente il reclamo, ma anche in questo caso senza riscontro.

Preso atto della ripetuta inadempienza da parte di Sky e basandosi sul fatto che la legge impone lo svolgimento del tentativo obbligatorio di conciliazione prima di qualsiasi altra azione di recupero del credito, archivia la pratica in attesa di sviluppi.

Nel 2012 non succede più nulla, ma nel 2013 la signora in questione chiede un appuntamento urgente al CTCU: ha appena ricevuto da uno studio legale di Roma copia di un atto di citazione per conto di Sky Italia (per il tramite della società Telkom Spa) innanzi al Giudice di pace di Roma e con una data di prima udienza indicata per il 30 luglio 2013.

Da una prima verifica emerge che gli atti e i comportamenti dello studio legale sono illegittimi.

In primis, la scelta del Giudice di pace viola il foro territoriale competente del consumatore.

In secondo luogo, non risulta esperito il tentativo obbligatorio di conciliazione previsto per legge.

Il consulente del CTCU intima allo studio legale il ritiro immediato dell'atto di citazione: ne segue una fitta corrispondenza, ma le posizioni dell'avvocato incaricato per conto di Sky rimangono le stesse.

La prima sorpresa, però, emerge proprio il 30 luglio 2013, ovvero il giorno indicato per la prima udienza: per quella data non risulta nessuna causa iscritta a ruolo dall'avvocato D.C. per conto di Sky Italia.

Ma la seconda sorpresa è ancora più grossa: il comportamento dello studio legale non rappresenta un evento isolato, tanto che l'Antitrust è già intervenuta più volte in casi simili infliggendo anche sanzioni di una certa rilevanza.

Proprio nel bollettino pubblicato dall'Antitrust il 5 agosto 2013 c'è una multa di 50.000 euro alla società Globalrec.

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info



Cerca