Recupero crediti e rimborso prestito senza firma cambiali [Commento 1]

  • paolo2103 28 gennaio 2014 at 17:04

    Buongiorno,

    non so se la sezione è giusta, ma ho un problema/quesito circa la prescrizione di un finanziamento del 2002 con bollettini pagati in parte (smesso poco dopo la perdita per il lavoro); quali sono gli atti che interrompono la prescrizione? si è fatta viva una società di recupero creditri che mi ha detto essere l0'ultima spiaggia prima del decreto ingiuntivo da parte della finanziaria creditrice...?E' già un "atto"...grazie

    • Simone di Saintjust 28 gennaio 2014 at 17:16

      Il consiglio è di scrivere una lettera raccomandata AR alla società di recupero crediti che si è fatta viva. In essa, con cortesia, chiederà:

      1. 1. copia della lettera di cessione del credito, che deve far capire al debitore chi è il soggetto legittimato a riscuotere;
      2. 2. copia della comunicazione (e della ricevuta AR) inviata dal creditore (quello precedente o l'attuale legittimato) che interrompe, nel periodo compreso fra la data di pagamento dell'ultimo bollettino ed i successivi dieci anni, la prescrizione.

      Se la finanziaria non le risponde, non può procedere con decreto ingiuntivo. Se procedesse comunque, andrebbe incontro a gravi inconvenienti.

      E' bene sapere che la richiesta di un credito prescritto configura il reato di estorsione. E che il creditore che avanza una pretesa di riscossione deve motivarla adeguatamente, dimostrando che la richiesta è legittima (acquisizione del credito) e che essa non è prescritta (comunicazione interruttiva dei termini notificata al debitore con raccomandata AR).

      Per essere più precisi, in riferimento alla sua domanda, l'atto che interrompe la prescrizione è una semplice comunicazione - naturalmente inoltrata con raccomandata AR - in cui il creditore (quello originario o un altro che dimostri di esserne legittimato) le ricorda che lei non ha ancora rimborsato quanto doveva.

      E tenga anche conto che, quando un agente di recupero crediti si propone "generosamente" come "ultima spiaggia" al debitore vuol dire, nel 99% dei casi, che il credito preteso è già "affogato" da tempo nel mare della prescrizione.

Torna all'articolo