Nel recupero crediti semplificato l'accesso al Giudice di Pace per ottenere Decreto Ingiuntivo

Come noto, nel recupero crediti è stato semplificato l'accesso al Giudice di Pace per ottenere Decreto Ingiuntivo: vediamo come.

Continua, seppur a piccoli passi, il processo di snellimento e digitalizzazione del sistema giudiziario Italiano, che dopo il processo telematico vede l'introduzione di un'importante novità per il privato cittadino, ovvero la possibilità di richiedere l'emissione di Decreto Ingiuntivo per somme fino al limite di € 1,100 incluso di interessi spese e imposte senza l'ausilio di un Legale e con una procedura via internet.

La richiesta di emissione di decreto ingiuntivo, almeno per quanto concerne la prima fase, è già completamente digitalizzata nel Regno Unito, ove è possibile, anche per somme superiori, richiedere l'emissione di un ordine di pagamento da parte della Corte Inglese senza ricorrere all'ausilio di un Legale e senza necessità di presentare documentazione in originale, ma semplicemente utilizzando il servizio on-line messo a disposizione dall'autorità governativa britannica.

Anche l'Italia cerca di imitare questo sistema introducendo la possibilità di richiedere all'Ufficio del Giudice di Pace l'emissione di un decreto ingiuntivo per piccole somme.

Per prima cosa è necessario individuare quale Giudice sia competente, ovvero, generalmente quello ove ha la residenza il debitore, e a tal proposito è sempre utile accertarsi della residenza del debitore anche con strumenti investigativi come il Report Trace.

Sovente capita che la giurisdizione competente sia inserita come clausola contrattuale, per cui sarà necessario verificare, nel caso il credito derivi dalla stipula di un contratto poi non rispettato, quale sia la giurisdizione competente allo scopo.

Per ottenere il decreto molti uffici del Giudice di Pace si sono già dotati di strumenti informatici ai fini della compilazione della richiesta, e nello specifico del servizio SIGP, che permette ad avvocati e privati cittadini di ottenere informazioni in merito allo stato dei procedimenti nonché compilare il ricorso per decreto direttamente on-line, oppure compilare una sola iscrizione a ruolo.

Ancorchè compilato on-line il ricorso andrà però stampato e presentato personalmente all'Ufficio del Giudice di Pace competente, con la possibilità poi di consultare on-line lo stato di avanzamento della pratica.

Nel ricorso sarà obbligatorio inserire gli estremi di creditore e debitore nonché l'importo del credito comprensivo di spese, allegando ogni documento comprovante il credito stesso.

Una volta ottenuto il decreto ingiuntivo sarà necessario notificarlo a mezzo ufficiale Giudiziario, per posta o a mani del debitore stesso, attendendo 40gg. dall'avvenuta consegna. Se entro tale termine non viene opposto, il decreto diventa definitivo e quindi non più opponibile.

4 agosto 2016 · Andrea Ricciardi

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su nel recupero crediti semplificato l'accesso al giudice di pace per ottenere decreto ingiuntivo.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.