Contattata dal recupero crediti - manderà a casa un ufficiale giudiziario se non pago

Ho tre carte di credito che non riesco più a pagare ed ho sospeso i pagamenti: ho ricevuto oggi la prima telefonata dal recupero crediti il quale mi ha spiegato che se non pago, la finanziaria manderà nella casa in cui abito un ufficiale giudiziario a prelevare tutto ciò che può essere rivenduto.

La mia domanda è questa, io sono sposata ed abito con mio marito e le mie figlie in una casa di proprietà dei miei genitori (in comodato d'uso gratuito).

Possono realmente pignorare i mobili e ciò che è presente in questa casa? Come fanno a sapere ciò che ho comprato io e ciò che appartiene ai miei genitori? Possono davvero prendere anche i mobili dei miei genitori?

Un altra domanda, questo ufficiale si presenterebbe solo in seguito ad un decreto regolarmente inviato con del preavviso, vero?

In più oggi la finanziaria mi ha chiesto una certificazione sulla reale situazione di cassa integrazione di mio marito.

Io potrei presentarla ma noi non siamo in comunione dei beni e le carte sono tutte intestate a me. Cosa mi consigliate?

E ancora, l'agente del recupero crediti è stato molto gentile e formale, chiaro, però mi ha chiesto tante informazioni che io gli ho dato a proposito di altri debiti e io gli ho detto che ho alcuni finanziamenti sull'acquisto di mobili, altre spese in famiglia. Ero obbligata a rispondere a queste domande?

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su contattata dal recupero crediti - manderà a casa un ufficiale giudiziario se non pago.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.