Ricorrere al sequestro dei beni per il mancato versamento dell'assegno di mantenimento

E' possibile ricorrere al sequestro dei beni dell'ex coniuge per il mancato versamento dell'assegno di mantenimento: vediamo come.

Sia per il caso di mancato versamento che nel caso in cui sussista il pericolo di inadempimento, chi ha diritto all'assegno può chiedere il sequestro di beni di proprietà dell'ex coniuge obbligato a pagare l'assegno.

E' sufficiente che il beneficiario dell'assegno fornisca al giudice degli indizi di varia natura dai quali si possa trarre il fondato convincimento che il debitore non voglia adempiere.

Il sequestro è un provvedimento che può essere emesso dal presidente del tribunale, dal giudice dinanzi al quale si svolge la causa di divorzio nel caso in cui sia stato stabilito un assegno in via a provvisoria, e dal collegio in sede di decisione.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ricorrere al sequestro dei beni per il mancato versamento dell'assegno di mantenimento. Clicca qui.

Stai leggendo Ricorrere al sequestro dei beni per il mancato versamento dell'assegno di mantenimento Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 18 ottobre 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 4 marzo 2017 Classificato nella categoria famiglia - affidamento e mantenimento dei figli . Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee Numero di commenti e domande: 0

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info