La cessione pro-soluto dei crediti nelle società di leasing

Con riferimento alle società che operano nel campo del leasing, la cessione pro-soluto può riguardare sia i "crediti" (canoni scaduti e non pagati, nonché, eventualmente, la minusvalenza dopo il ritiro ed il ricollocamento dei cespiti), sia i "beni" già concessi in locazione finanziaria il cui contratto è stato oggetto di risoluzione.

Sotto il profilo amministrativo, occorre sistemare contabilmente le eventuali “plusvalenze” e “minusvalenze” da ricollocamento, al fine di quantificare con esattezza l'importo del credito da cedere.

Per quanto concerne le “plusvalenze”, saranno da imputare a deconto del credito per canoni scaduti, prima di formalizzare l'atto di cessione, mentre le “minusvalenze” andranno ad aumentare il credito vantato verso il debitore ceduto.

Sotto il profilo legale, le criticità riconducibili alla cessione del bene possono essere così sintetizzate:

  • trattandosi di beni non rimpossessati, si corre il rischio di vendere un cespite inesistente, con la conseguenza che l'atto di vendita potrebbe essere nullo;
  • la società cessionaria può ribaltare alla cedente eventuali spese reclamate da terzi al momento del ripossessamento del bene (ad esempio, per deposito, riparazioni, revocatorie da curatela, conseguenti al fallimento del debitore dopo l'atto di cessione, ecc.);
  • il cedente è sottoposto agli obblighi previsti dalla legge in qualità di fornitore ed in materia di "antinfortunistica" (decreto legge 626/94).

Tali criticità devono essere oggetto di approfondimento, per verificare se sussiste la possibilità di evitare eccezioni o roblematiche di qualsiasi natura, inserendo nell'atto di cessione delle clausole che possano tutelare la banca cessionaria.

Il ricorso all'operazione di cessione pro-soluto, da parte delle società di leasing, può risultare opportuno quando:

  • é stata accertata l'esistenza di contratti morosi inesigibili, in conseguenza anche di una amministrazione non puntuale o efficace, intestati a prenditori non solvibili (oggetto di elementi pregiudizievoli, quali protesti, decreti ingiuntivi, pignoramenti o riferiti a sofferenza dal sistema bancario) e non assistiti da valide garanzie accessorie;
  • l'inesigibilità è stata certificata da un service abilitato il quale, dopo aver tentato il recupero del credito e del cespite in via bonaria, al termine dell'intervento ha stilato una relazione negativa;
  • è stato accertato, tramite perizia di stima di società specializzata nella valutazione del rischio bene, che i costi di ritiro del cespite finanziato sono elevati e che lo stesso ha una fungibilità scarsa o addirittura nulla.

E' evidente come in questa situazione non è conveniente procedere contro i prestatari in via giudiziale, in quanto l'attivazione di azioni legali, non di rado costose, non apporterebbe nessun riscontro economico apprezzabile o, addirittura, si risolverebbe in una sterile perdita di tempo e denaro.

Oltre ai costi legali per il recupero dei crediti e/o dei cespiti, infatti, la gestione in contenzioso di tali partite comporterebbe costi amministrativi elevati e costi fiscali, poiché anche esse concorrono, nell'esercizio di competenza, a formare il risultato di bilancio ed il relativo reddito imponibile.

Con la cessione pro-soluto, invece, utilizzata a conclusione del processo di tentato recupero del credito o del cespite, si realizza quella perdita certa, precisa e definitiva richiesta dall'amministrazione fiscale per ammettere in deduzione la perdita connessa alla cessione del credito a titolo oneroso.

Risultano di tutta evidenza, quindi, i vantaggi della cessione pro-soluto:

  • riduzione dei costi per la gestione amministrativa di tali partite;
  • introito immediato, seppure verosimilmente non rilevante, derivante dalla vendita dei crediti che altrimenti sarebbero stati fonte di ulteriori inutili spese;
  • chiarezza nei bilanci, in armonia con le direttive CEE recepite dal decreto legislativo numero 127/1991;
  • risparmio fiscale ottenibile nel periodo dell'avvenuta cessione.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la cessione pro-soluto dei crediti nelle società di leasing.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.