Contattato da recupero crediti - cosa possono farmi?

Tre anni fa ho fatto un prestito personale di 15 mila euro con Unicredit, con rata di 285 euro al mese che ho pagato regolarmente fino a 5 mesi fa.

Adesso per gravi problemi economici non posso più pagare nemmeno un euro.

Mi ha contattato il recupero crediti per intimarmi a pagare.

Io ho solo un piccolo negozio di giocattoli e cartolibreria in affitto.

Vivo con i miei genitori e non possiedo ne case ne macchina ne altro.

Cosa possono farmi ?

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su contattato da recupero crediti - cosa possono farmi?.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • bernardo 18 novembre 2015 at 12:17

    Volevo chiedere, siccome mia moglie (siamo in separazione dei beni) è proprietaria di una Fiat 16 del 2007, possono procedere al sequestro?
    E dopo quanto tempo la finanziaria può muoversi dato che ad oggi sono in pari?

    • Ludmilla Karadzic 18 novembre 2015 at 12:33

      Le automobili, usate e non di pregio, di proprietà del debitore non vengono quasi mai pignorate ed espropriate dal creditore perché egli dovrebbe sostenere le spese di custodia e quelle per la vendita all'asta a fronte di un esito della procedura che non gli garantisce nemmeno il recupero di quanto anticipato.

      In ogni caso, se l'acquisto della vettura è stato effettuato in regime di separazione, il creditore non può aggredire il bene di proprietà del coniuge non debitore.

      Proprio per evitare un contenzioso legale che comporta comunque dei costi e che non garantisce mai il rimborso del debito se non in tempi lunghi (anche attraverso il pignoramento della pensione) il creditore più accorto esperisce sempre un tentativo di recupero stragiudiziale, magari accompagnandolo a proposte di soluzioni transattive a saldo stralcio.

      Per questo i tempi in cui egli potrà promuovere un'eventuale azione esecutiva, nei confronti del debitore inadempiente, non sono in alcun modo prevedibili.

    1 2