Recupero crediti e procedure giudiziali - che significa la costituzione in mora del debitore?

La costituzione in mora del debitore consiste nella richiesta fatta al debitore dal creditore, e per iscritto, di adempiere l'obbligazione. Tale richiesta viene comunemente inoltrata a mezzo piego o lettera raccomandata con avviso di ricevimento, in modo da consentire di provare la data del ricevimento.

L'articolo 1219 del codice civile prevede che non sia necessario ricorrere alla costituzione in mora se:

1.l'obbligazione deriva da fatto illecito;
2.il debitore dichiara per iscritto di non voler adempiere;
3.l'obbligazione è a termine e la prestazione (o il pagamento) deve essere eseguita al domicilio del creditore.

Dalla costituzione in mora del debitore, la legge fa scaturire taluni effetti a beneficio del creditore.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su recupero crediti e procedure giudiziali - che significa la costituzione in mora del debitore?. Clicca qui.

Stai leggendo Recupero crediti e procedure giudiziali - che significa la costituzione in mora del debitore? Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 5 luglio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 5 novembre 2016 Classificato nella categoria procedure di recupero crediti . Inserito nella sezione recupero crediti Numero di commenti e domande: 4

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 2

Contenuti suggeriti da Google

Altre info