Recupero crediti – non sono leciti comportamenti lesivi della dignità del debitore [Commento 3]

  • giangigi 22 febbraio 2013 at 10:15

    Gentile Signora De Bellis,
    la ringrazio per i suoi consigli.
    Come diceva quel personaggio, la risposta è "la seconda che hai detto".
    Stamane sono stato chiamato nuovamente dalla finanziaria e alle mie rimostranze su quanto già esposto, mi è stato risposto grosso modo che "avendo io stesso dato comunicazione dell'indirizzo del mio luogo di lavoro al momento della rischiesta del finanziamento, in pratica sarebbero autorizzati ad inviare l'esattore anche presso il mio luogo di lavoro". La mia risposta è stata "Staremo a vedere" e provvederò oggi stesso ad inviare una diffida.
    Grazie ancora.

    • Ornella De Bellis 22 febbraio 2013 at 10:28

      Come lei ha già compreso, cosa che mi fa molto piacere, le affermazioni dell'addetto al call center sono libere chiacchiere al vento.

      Mettiamola così: al momento, l'unica azione lecita concessa al creditore, che non deve essere preventivamente concordata con lei, è la notifica del ricorso per decreto ingiuntivo.

      Anche la eventuale segnalazione del suo nominativo ad una Centrale Rischi, come CRIF, deve essere preceduta da un avviso ad adempiere inoltrato a lei con raccomandata AR.

1 2 3 4

Torna all'articolo