Recupero crediti e comportamenti lesivi della dignità del debitore

Recupero crediti – non sono leciti comportamenti lesivi della dignità e della privacy del debitore

Messaggi telefonici preregistrati che intimano a pagare, messaggi affissi sulla porta visibili a tutto il condominio. L'attività di recupero crediti ha assunto in Italia modalita' piu' consone a scagnozzi e usurai che a societa' specializzate, operanti per conto di grandi aziende, finanziarie e/o fornitrici di servizi. Per porre freno [ ... leggi tutto » ]

I PRINCIPI A CUI SI ISPIRA IL PROVVEDIMENTO CHE VIETA COMPORTAMENTI LESIVI DELLA PRIVACY DEL DEBITORE

Fermo restando il diritto a riscuotere i pagamenti non effettuati, le societa' di recupero crediti dovranno rispettare i principi di liceita', di correttezza nel trattamento, di pertinenza, di finalita' dei dati e il dovere di informativa agli interessati. In altri termini, ecco le prescrizioni dell'Autorità per la tutela della [ ... leggi tutto » ]

I RIMEDI PER LA VIOLAZIONE DELLA PRIVACY DEL DEBITORE - Segnalazione, reclamo o ricorso all'Autorità per la tutela della privacy

Il cittadino debitore che subisse un comportamento contrario alle prescrizioni può denunciarlo alla stessa Autorità per la tutela della privacy. E’ possibile denunciare all'Autorità per la tutela della privacy la violazione della propria privacy o l’accesso di terzi, senza le prescritte autorizzazioni di legge, alle informazioni riservate che ci [ ... leggi tutto » ]

Lesione della privacy del debitore - Che cosa è e quali diritti tutela la segnalazione all'Autorità per la tutela della privacy

Quando non è possibile inoltrare un reclamo all'Autorità per la tutela della privacy perchè, tanto per fare un esempio, non si dispone delle informazioni dettagliate, si può inviare una segnalazione (articolo 141, comma 1, lettera b)), fornendo elementi utili per un eventuale intervento dell'Autorità volto a controllare l’applicazione della [ ... leggi tutto » ]

Lesione della privacy del debitore - Che cosa è e quali diritti tutela il reclamo all'Autorità per la tutela della privacy

Il reclamo presentato all'Autorità per la tutela della privacy è un atto dettagliato  con il quale si riporta all'Autorità una violazione della disciplina rilevante in materia di protezione dei dati personali (articolo 141, comma 1, lettera a)). Il reclamo può essere proposto sia quando non si è ottenuta una [ ... leggi tutto » ]

Lesione della privacy del debitore - Che cosa è e quali diritti tutela il ricorso all'Autorità per la tutela dei dati personali

Il ricorso all'Autorità per la tutela della privacy è un atto ancora più formale in quanto la decisione che viene adottata ha particolari effetti giuridici. Occorre, in particolare, seguire attentamente quanto prevede il Codice (articolo 147). Il ricorso va presentato solo per far valere i diritti di cui all'articolo [ ... leggi tutto » ]

Lesione della dignità del debitore - Contatti telefonici insistenti e visite non concordate con il funzionario di recupero crediti

Parliamo, in pratica, dei contatti telefonici ripetuti, non graditi al destinatario ed intrusivi (detti anche del 'terzo tipo') che ingenerano nel debitore stati di soggezione psicologica, timore, ansia, paura e ai quali, troppo spesso, fanno ricorso gli addetti alla phone collection delle società di recupero crediti come metodologia di [ ... leggi tutto » ]