Crediti inesigibili e cessione pro soluto - norme contro l'elusione fiscale

Qualunque credito più o meno esigibile o inesigibile a qualunque pur incongruo prezzo ritenga conveniente cedere nell'interesse dell'azienda poichè la scelta di convenienza è suo diritto-dovere, sua essendo la responsabilità della gestione dell'azienda.

Per quanto attiene le norme anti elusione, esse riguardano “operazioni poste in essere senza valide ragioni economiche e allo scopo esclusivo di ottenere fraudolentemente un risparmio di imposta” . Tra le operazioni, la cessione di crediti, con la quale il fisco non vuole ovviamente essere frodato, per esempio se i crediti ceduti sono in realtà inesistenti (V. anche articolo 14/4 e 14/7 del C.C.) o comunque non portabili a perdita nel bilancio civilistico poichè derivano da attività non previste dallo statuto del cedente, o la cessione avviene tra società dello stesso gruppo.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su crediti inesigibili e cessione pro soluto - norme contro l'elusione fiscale. Clicca qui.

Stai leggendo Crediti inesigibili e cessione pro soluto - norme contro l'elusione fiscale Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 4 luglio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria cessione dei crediti Inserito nella sezione recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info