Tutto quello che il consumatore deve sapere sull'assicurazione rc auto

Il vademecum sull'assicurazione rc auto a tutela del consumatore » Un utile prontuario a portata dei contraenti

Il vademecum sull'assicurazione rc auto a tutela del consumatore: un utile prontuario a portata dei contraenti italiani. Che cos'è l'rc auto? Cosa sono le garanzie accessorie? Quali sono i soggetti coinvolti in un contratto rc auto e, soprattutto, quali sono diritti e doveri dell'assicurato? Inoltre, come fare per sospendere [ ... leggi tutto » ]

Cos'è la rc auto

La rc auto (responsabilità civile autoveicoli terrestri) è il contratto di assicurazione che garantisce il conducente nonché - se persona diversa - il proprietario del mezzo contro il rischio di dover risarcire a terzi i danni provocati dalla circolazione del veicolo. La polizza rc auto è un contratto assicurativo [ ... leggi tutto » ]

Cosa sono le garanzie accessorie

Le garanzie accessorie sono delle coperture assicurative, non obbligatorie, che è possibile aggiungere al momento della sottoscrizione della polizza rc auto: furto, incendio, cristalli, assistenza e atti vandalici sono le più comuni. In questo modo è possibile assicurare anche la propria persona (in qualità di proprietario e/o di conducente) [ ... leggi tutto » ]

Quali sono i soggetti coinvolti in un contratto rc auto

È possibile stipulare una polizza rc auto a proprio nome (contraente) anche se il veicolo è di proprietà di altri. Il contraente è la persona (fisica o giuridica) che sottoscrive la polizza e assume l'obbligo di pagare il premio. Non è detto che il contraente sia anche l'assicurato. L'assicurato [ ... leggi tutto » ]

Diritti e doveri dell'assicurato

In Italia l'assicurazione rc auto è obbligatoria. In particolare: ogni veicolo a motore per poter circolare deve essere obbligatoriamente coperto da una assicurazione rc auto rilasciata da una impresa di assicurazione a ciò abilitata (gli elenchi sono disponibili nel sito Ivass, nell'area "Imprese e Intermediari", al link "Elenchi delle [ ... leggi tutto » ]

Da chi ti puoi assicurare

La vendita di un contratto di assicurazione rc auto può avvenire direttamente presso le imprese di assicurazione (e i loro diretti collaboratori) oppure tramite gli intermediari iscritti nel Registro Unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi (RUI) e nell'Elenco degli intermediari comunitari annesso al Registro. Il settore assicurativo è sottoposto [ ... leggi tutto » ]

Quali sono gli intermediari assicurativi ai quali ti puoi rivolgere

La vendita di un contratto di assicurazione rc auto può avvenire anche attraverso intermediari assicurativi, ossia i soggetti che professionalmente presentano o propongono prodotti assicurativi e riassicurativi, prestano assistenza e consulenza finalizzata a tale attività e collaborano alla gestione e all'esecuzione dei contratti stipulati. Tali intermediari, iscritti in una [ ... leggi tutto » ]

I contratti stipulati via telefono o via internet

Se concludi un contratto a distanza (esempio telemarketing o tramite internet) ricorda che prima della stipula ti dovranno essere forniti (e quindi potrai pretendere) le informazioni e i documenti che acquisiresti presso un punto vendita dell'impresa o un intermediario assicurativo; ossia: l'informativa precontrattuale prevista per tutti i tipi di [ ... leggi tutto » ]

Quali sono i documenti che attestano l'assolvimento dell'obbligo di assicurazione

L'adempimento dell'obbligo di assicurazione è attestato dai seguenti documenti rilasciati dall'impresa di assicurazione: il contrassegno, ossia il documento indispensabile per la circolazione (in quanto prova l'esistenza della copertura assicurativa) rilasciato dalla compagnia, contiene il nome dell'impresa di assicurazione, il numero di targa del veicolo (o, in caso di assenza, [ ... leggi tutto » ]

Quali sono le formule tariffarie rc auto

Le coperture rc auto non sono tutte uguali: i contratti di assicurazione sono stipulati in base alla formula cosiddetta bonus malus o a clausole di franchigia. In particolare, per le autovetture, per i ciclomotori e i motocicli la legge prevede che i contratti di assicurazione siano obbligatoriamente stipulati in [ ... leggi tutto » ]

Cosa è bene sapere prima di sottoscrivere un contratto rc auto

Prima di sottoscrivere il contratto hai diritto che ti venga consegnato, presso le sedi o i punti vendita dell'impresa, il Fascicolo informativo che comprende la Nota informativa, le condizioni contrattuali e il modulo di polizza; lo puoi consultare anche nei siti internet delle imprese, ove è obbligatoriamente pubblicato. Per [ ... leggi tutto » ]

Come si compone il premio rc auto

Il premio, che costituisce di regola condizione di efficacia della garanzia, rappresenta il prezzo che il contraente paga per acquistare la garanzia offerta dalla compagnia e si compone di diversi elementi: il premio puro, ossia quella parte del premio che viene calcolata dall'impresa sulla base della valutazione del rischio [ ... leggi tutto » ]

Cosa sono il massimale di garanzia la franchigia, l'esclusione e la rivalsa

Il massimale di garanzia È la somma massima che l'impresa è tenuta a pagare in caso di sinistro ed è stabilita dall'impresa in funzione dell'entità del premio. Il Codice delle Assicurazioni ne fissa il limite minimo (al di sotto del quale le imprese non possono scendere) in € 5.000.000 [ ... leggi tutto » ]

Cos'è il bonus malus

Il bonus malus è il sistema di tariffazione più utilizzato per le autovetture, per i motocicli e per i ciclomotori. Più bassa è la classe di bonus malus più economica è la polizza. La variazione del premio ad ogni scadenza annuale (in aumento o in diminuzione) è funzione della [ ... leggi tutto » ]

Cos'è il periodo di osservazione

È il periodo temporale nel corso del quale viene valutata la condotta di guida del conducente del veicolo: inizia il giorno della decorrenza della copertura e termina 60 giorni prima della scadenza annuale. Per le annualità successive inizia 2 mesi prima della decorrenza del nuovo contratto e termina [ ... leggi tutto » ]

Com'è attribuita la responsabilità del sinistro

Nei sinistri tra due veicoli, il responsabile principale è il conducente cui sia stato attribuito un grado di responsabilità pari almeno al 51%. Nei sinistri con più di due veicoli, responsabile principale è il conducente cui sia stato attribuito un grado di responsabilità superiore a quello attribuito agli altri [ ... leggi tutto » ]

Come evolve la classe di merito

L'evoluzione della classe di merito avviene in base ad una scala di valutazione elaborata autonomamente da ciascuna compagnia. Per garantire la comparabilità tra i diversi sistemi adottati dalle imprese, l'IVASS ha introdotto la classe di merito di conversione universale (CU) che si articola in 18 classi, dove la 1 [ ... leggi tutto » ]

Quale è la durata di un contratto rc auto

La durata è di un anno, che decorre dalle ore 24.00 del giorno in cui hai pagato il premio; la scadenza è indicata nel certificato di assicurazione. È possibile l'emissione di polizze con durata inferiore all'anno (c.d. "provvisorie"), in particolare per i veicoli con targa provvisoria e per quelli [ ... leggi tutto » ]

1.20 È possibile richiedere sconti sulla tariffa?

La compagnia e gli intermediari assicurativi possono applicare sconti, cioè riduzioni del premio rispetto alla tariffa in corso; se del caso, ciò deve risultare in modo chiaro sia nel preventivo che nella polizza, dove deve esserne indicata la misura. Nel caso di imprese che operano mediante tecniche di vendita [ ... leggi tutto » ]

Come scegliere la copertura migliore per le tue esigenze

La comparazione tra le polizze delle diverse imprese è importante. Nei punti vendita delle imprese e nei relativi siti internet è possibile ottenere, anche in forma cartacea, preventivi personalizzati; sono gratuiti e vincolano per almeno 60 giorni le imprese che li forniscono. I preventivi (come anche le polizze) devono [ ... leggi tutto » ]

Come si conclude il contratto rc auto

Il contratto rc auto si conclude solitamente mediante sottoscrizione della polizza, che viene rilasciata al contraente insieme ad altri documenti assicurativi:il certificato di polizza e il contrassegno, emessi dalla compagnia solo a seguito del pagamento del premio. Ricorda che l'eventuale errore o inesattezza delle informazioni fornite alla compagnia assicurativa [ ... leggi tutto » ]

Cos'è l'attestato di rischio

L'attestato di rischio è il documento, utilizzato nel sistema bonus malus, che rappresenta la storia dei sinistri occorsi al veicolo, indipendentemente dal suo conducente. Nell'attestato di rischio vengono riportati i sinistri verificatisi negli ultimi 5 anni e pagati dall'impresa, anche a titolo parziale; è specificata la tipologia del danno [ ... leggi tutto » ]

Quali sono gli obblighi del contraente in relazione all'attestato di rischio

Ricorda che se vuoi assicurare il tuo veicolo con altra impresa devi sempre consegnare all'atto della sottoscrizione del contratto l'attestato di rischio in corso di validità: in assenza di tale documento, il contratto è assegnato alla CU più penalizzante, ossia la 18. Se al momento della stipulazione ti trovi [ ... leggi tutto » ]

Qual è il periodo di validità dell'attestato di rischio

L'attestato di rischio è valido 5 anni: in caso di documentata cessazione del rischio assicurato (per vendita, consegna in conto vendita, furto, demolizione, cessazione definitiva della circolazione o definitiva esportazione all'estero di un veicolo di proprietà) o in caso di sospensione del contratto per mancato utilizzo del veicolo risultante [ ... leggi tutto » ]

Chi ha diritto di utilizzare l'attestato di rischio relativo a veicoli in leasing/noleggio a lungo termine

Nei contratti di leasing o di noleggio a lungo termine non inferiori a 12 mesi l'utilizzatore del veicolo può, alla scadenza, richiedere il rilascio di un duplicato dell'ultimo attestato di rischio relativo al veicolo utilizzato. Ciò per poter assicurare, presso la stessa o altra compagnia, il medesimo veicolo se [ ... leggi tutto » ]

Come si rinnova un contratto rc auto

Il decreto legge 179 del 18 ottobre 2012 convertito nella Legge 221 del 17 dicembre 2012 ha abolito per i contratti rc auto la clausola di tacito rinnovo: dal 1 gennaio 2013, pertanto, i contratti rc auto esauriscono i loro effetti alla scadenza annuale. L'impresa deve, tuttavia, garantire le [ ... leggi tutto » ]

Come deve essere comunicata la variazione del premio

La compagnia deve trasmettere al contraente almeno 30 giorni prima della scadenza annuale del contratto, unitamente all'avviso della scadenza del contratto e all'attestato di rischio, una comunicazione scritta contenente informazioni sul premio per la nuova annualità. La compagnia potrà fornire direttamente il dettaglio delle singole componenti della variazione del [ ... leggi tutto » ]

Quando si ha diritto alla restituzione del premio rc auto

Nel caso tu decida di vendere il tuo veicolo in corso di contratto e scelga di non cedere la relativa garanzia rc auto al nuovo acquirente ovvero di non trasferire la stessa su altro veicolo di tua proprietà, il contratto stesso si risolve a far data dal trasferimento di [ ... leggi tutto » ]

Sospendere e riattivare la polizza rc auto

Se sai con certezza di non utilizzare il tuo veicolo per un certo periodo di tempo, puoi richiedere la sospensione della polizza. Verifica che tale opportunità sia prevista dal contratto che hai sottoscritto, controlla quale sia il periodo minimo di sospensione per ottenere una posticipazione della scadenza contrattuale e, [ ... leggi tutto » ]

Conservare la propria classe di merito in caso di acquisto di ulteriore veicolo

Ricorda che ogni volta che una persona fisica, proprietaria di uno o più veicoli già assicurati con polizza attiva, acquista un ulteriore veicolo (nuovo o usato) della medesima tipologia, l'impresa (la stessa o un'altra) deve assegnare questo ultimo veicolo alla CU risultante dall'ultimo attestato di rischio conseguito sul veicolo [ ... leggi tutto » ]

Conservare la propria classe di merito in caso di sostituzione del veicolo.

Ricorda che in caso di documentata vendita, consegna in conto vendita, furto, demolizione, cessazione definitiva della circolazione o definitiva esportazione all'estero di un veicolo di tua proprietà (o del coniuge in comunione di beni) precedentemente assicurato, puoi richiedere che il relativo contratto di assicurazione rc auto sia reso valido [ ... leggi tutto » ]

Conservare la propria classe di merito in caso di sinistro

Qualora previsto, puoi conservare la classe di merito anche a seguito di sinistro o di sinistri risarciti dalla tua compagnia: le condizioni contrattuali generalmente prevedono la possibilità per l'assicurato di rimborsare alla compagnia l'importo dei sinistri con responsabilità principale del conducente, rientranti o meno nella procedura di risarcimento diretto, [ ... leggi tutto » ]

Denunciare un sinistro

Ricorda che hai l'obbligo di informare per iscritto la tua compagnia nel caso tu abbia subito o provocato un incidente stradale; la compilazione e consegna all'impresa del modulo di denuncia (modulo blu di constatazione amichevole) rende più facile adempiere a tale obbligo. È tuo interesse informare la compagnia anche [ ... leggi tutto » ]

Richiedere il risarcimento

Chi ha subito un danno a seguito di un incidente stradale ha diritto di ottenere il risarcimento. Esistono due diverse procedure: quella ordinaria e quella di risarcimento diretto, applicabili alternativamente in presenza di determinate condizioni. Fai molta attenzione! Il risarcimento diretto prevede che tu faccia richiesta di risarcimento alla [ ... leggi tutto » ]

I tempi per ottenere il risarcimento

Nel risarcimento diretto, a seguito di richiesta di risarcimento, la tua impresa è obbligata a proporti un'offerta per il risarcimento, ovvero a comunicare i motivi per i quali non ritiene di fare offerta, entro il termine massimo di 60 giorni per i danni alle cose ed entro il termine [ ... leggi tutto » ]

Richiedere il risarcimento nel caso di incidenti stradali all'estero o con veicoli esteri

Se sei rimasto vittima di un incidente stradale provocato in Italia da un veicolo immatricolato all'estero, per richiedere il risarcimento dei danni subiti occorre inviare una richiesta di risarcimento con raccomandata A/R all'Ufficio Centrale Italiano. Se durante un viaggio all'estero, in uno dei Paesi del Sistema Carta Verde, sei [ ... leggi tutto » ]

Accedere al proprio Fascicolo di sinistro

Se sei contraente, assicurato o danneggiato hai diritto di accedere ed estrarre copia degli atti contenuti nel Fascicolo dei sinistri in cui sei stato coinvolto, ma solo con riferimento ai dati riguardanti la tua persona (ad esempio denunce e richieste di risarcimento; rapporto delle Autorità intervenute sul luogo del [ ... leggi tutto » ]