Istanza di rateazione della cartella esattoriale per società e ditte individuali - Il nuovo prospetto

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Ciò premesso, allo scopo di rendere più completa la rappresentazione dei valori che determinano il primo indice e di chiarire le esatte modalità di calcolo del secondo, si è deciso di ricorrere ad un nuovo prospetto (allegato n°1) che sostituisce integralmente quello indicato nella direttiva numero D8R/NC/200S/025 del 10 luglio 200S con riferimento a società di capitali, società cooperative, mutue assicuratrici e consorzi con attività esterna.

Per quanto riguarda l'Indice di Liquidità, tale nuovo prospetto aggiunge, alle voci di bilancio da prendere in considerazione per individuare la liquidità differita, gli "altri titoli" di cui alla voce C, III, numero 6 dell'articolo 2424 del codice civile, vale a dire le attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni, diverse dalle partecipazioni e dalle azioni proprie.

In merito, poi, all'Indice Alfa, dallo stesso prospetto emerge che le voci del valore della produzione da prendere in considerazione ai fini della determinazione del denominatore di tale indice (che di seguito e nella relativa modulistica sarà indicato come "valore della produzione rettificato") sono, esclusivamente, quelle di cui alla voce A, numero 1 (ricavi delle vendite e delle prestazioni), numero 3 (variazioni dei lavori in corso su  ordinazione) e numero 5 (altri ricavi e proventi) dell'articolo 2425 del codice civile

In effetti, soltanto tali poste di bilancio rappresentano grandezze suscettibili di incidere sulla capacità dell'impresa di generare flussi di cassa.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • angela 23 marzo 2010 at 21:34

    nel 2009 mi è stata concessa da parte di equitalia la rateizzazione di una cartella di circa 170.000,00 euro in 6 anni. All'epoca della domando ero titolare di una ditta individuale e amministratore di una s.a.s. Poichè la rata mensile era di circa 2.600,00 euro, ho pagato solo i primi quattro mesi, dopo di chè non ho avuto più la disponibilità economica di versare tale importo (vedi crisi). Oggi sono solo amministratore della s.a.s. mentre la ditta individuale è stata chiusa il 31.12.09. La mia domanda è la seguente: posso riformulare domanda di dilazione ad Equitalia, poichè attualmente la mia situazione imprenditoriale è cambiatà ? Premetto che a garanzia del debito Equitalia ha iscritto ipoteca legale sull'unico bene immobile di mia proprietà. Grazie per la risposta!

1 3 4 5