Domanda per ottenere la rateazione di una cartella esattoriale

La domanda di rateazione di una cartella esattoriale va presentata direttamente all'agente della riscossione che ha emesso la cartella esattoriale.

La domanda va redatta in carta semplice (senza bollo), con allegata copia della cartella esattoriale. Sul sito di Equitalia e nei relativi uffici è disponibile una modulistica. Se la domanda viene inviata per posta si consiglia l'utilizzo di una raccomandata a/r.

Per chi richiede la rateizzazione ordinaria, per debiti oltre 50.000 euro, è necessario documentare la situazione di temporanea difficoltà. E' la stessa Equitalia che cita degli esempi tipici:

  • la carenza temporanea di liquidità finanziaria;
  • lo stato di crisi aziendale dovuto ad eventi di carattere transitorio (situazioni temporanee di mercato, crisi economiche settoriali o locali, processi di riorganizzazione, riconversione o ristrutturazione aziendale, etc.);
  • la trasmissione ereditaria dell'obbligazione iscritta a ruolo;
  • la contestuale scadenza di obbligazioni pecuniarie, anche relative al pagamento di tributi e contributi;
  • la precaria situazione reddituale.

Per chi chiede la rateizzazione straordinaria è necessario, invece, documentare la situazione di grave difficoltà legata alla congiuntura economica ed indipendente dalla propria responsabilità.

L'agente di riscossione deve accertare l'impossibilità per il debitore non solo di pagare per intero la cartella esattoriale, ma anche di pagarla con un piano ordinario di rateizzazione (fino a 72 rate).

Per le persone fisiche i riferimenti sono una rata che superi il 20% del reddito mensile del nucleo familiare del richiedente, valutabile dall'ISEE allegato alla richiesta. Deve anche essere verificata, per contro, la solvibilità del debitore rispetto al piano concedibile.

Il numero delle rate concesse è deciso in base al rapporto esistente tra la rata e il reddito.

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca