CR - Centrale Rischi di Bankitalia

La Centrale Rischi della Banca d'Italia, contiene informazioni su mutui, anticipazioni e aperture di credito pari o superiori a 30.000 euro.

Dal primo gennaio 2009, infatti, la Centrale Rischi della Banca d'Italia ha abbassato a 30.000 la propria soglia di competenza (che prima era fissata a 75 mila euro) inglobando la CRIC - Centrale Rischi Importo Contenuto - sempre pubblica, che raccoglieva le segnalazioni di importo “ridotto”.

La CR Bankitalia si distingue dalle centrali rischi di natura privata, fondate su base volontaria dagli intermediari e sottoposte all'apposito codice deontologico dettato dall'Autorità per la tutela dei dati personali (CRIFCTC,EXPERIAN), che mirano a censire soprattutto i dati relativi alla solvibilità della clientela, specie in relazione ad operazioni di credito al consumo.

La Centrale dei rischi istituita presso la Banca d'Italia (CR) dunque, raccoglie i dati nominativi, le informazioni economiche e contrattuali relativi agli affidamenti concessi dagli intermediari ai singoli clienti, qualora superino la soglia di rilevazione stabilita dalla medesima autorità di vigilanza (30 mila euro a far data gennaio 2009).

Nella Centrale Rischi Bankitalia è altresì possibile rilevare i passaggi di stato della qualità del credito.

Un credito viene classificato in sofferenza quando il debitore si trova  in stato di insolvenza (impossibilità a rimborsare il credito anche non accertato giudizialmente) o in situazioni sostanzialmente equiparabili. A prescindere dall'esistenza di eventuali garanzie (reali o personali) poste a presidio delle esposizioni. Mentre il credito si definisce in posizione di incaglio, o incagliato, quando il debitore versa  in una situazione di obiettiva difficoltà, che sia ragionevolmente lecito attendersi come temporanea.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cr - centrale rischi di bankitalia.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.