Radiazione d'ufficio del veicolo per mancato pagamento del bollo auto

Il Pubblico Registro Automobilistico esiste perchè è l'unico ad avere valenza nelle situazioni come quella da lei citata.

Se lei non ha rinunciato all'eredità di suo padre deve pagare i bolli perchè la vespa è sua (insieme ad eventuali altri eredi). Poi, con la scrittura privata e coadiuvata da un avvocato, può citare in giudizio l'amico di suo padre.

Per quel che attiene il pagamento dei bolli può impugnare eventuali richieste di pagamento a lei rivolte, in qualità di erede, laddove sussista la prescrizione.

E deve ricordare che comunque, dopo tre anni consecutivi di mancato pagamento della tassa, il veicolo dovrebbe essere radiato d'ufficio.

La discussione continua in questo forum.

Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, accedi al forum.

18 settembre 2010 · Chiara Nicolai

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

, , , , , ,

dichiarazione dei redditi tasse tributi contributi - domande e risposte

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su radiazione d'ufficio del veicolo per mancato pagamento del bollo auto. Clicca qui.

Stai leggendo Radiazione d'ufficio del veicolo per mancato pagamento del bollo auto Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 18 settembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 28 febbraio 2017 Classificato nella categoria dichiarazione dei redditi tasse tributi contributi - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info



Cerca