Il pignoramento può riguardare anche le cose mobili (arredamento, oggetti vari) presenti nell'appartamento non di proprietà del debitore

Ancora: Il pignoramento può riguardare anche le cose mobili (arredamento, oggetti vari) presenti nell'immobile non di proprietà del debitore.

E' sufficiente che questi vi abbia residenza per presumere (ope legis ) che i beni contenuti nell'immobile siano di sua proprietà, salvo prova contraria (sua o dell'effettivo proprietario) in separata sede

Infine, ammettiamo che venga pignorato un salotto in similpelle,. Trascorsi i tempi tècnici della custodia,credete sia facile e sbrigativo vèndere l'oggetto al pùbblico incanto ? E soprattutto : a che prezzo e a chi interesserebbe?

Gli sciacalli di professione gìrano sì sui Tribunali ( in combutta con le Cancellerìe e gli Uff. Giudiziari ) ma non certo per partecipare alle aste del vostro mobiletto,ma ad altre ben più sostanziose.Chiaro il concetto ? Spero di sì.

E adesso chiariamo la funzione e il ruolo dell'Uff. Giudiziario. Sfatiamo qualche luogo comune : NON viene con la grancassa, nè con i Carabinieri, nè con la muta di cani nè con un camion per portarsi via mobili e suppellettili.

E' una persona discreta conscia della delicatezza del suo ruolo e agisce in modo asetticamente impersonale,nel senso che non fa quasi mai gli interessi sfacciati del creditore. Lui è solo una specie di notaio che certifica e sequestra preventivamente ciò che eventualmente ‘è da pignorare.

In grnere è lui a chiedere al debitore se c'è qualcosa da pignorare o lui debitore vuole indicare cosa ci sia da pignorare. Quando il debitore ( come spesso accade ) allarga le bracia sconsolato e si guarda intorno,l'Uff Giudiziario fa spallucce e redige il pignoraento NEGATIVO.

Non gira per le stanze in cerca di tesori nascosti,nè apre cassetti,nè cerca casseforti dietro i quadri, nè perquisisce nessuno. E' solo una persona che fa il suo lavoro e lo fa nella forma più discreta possibile. Tutto qua,anzi,nella eventualità,non dimenticatevi di offrirgli un caffè. Tutto qua.

In conclusione: un pignoramento mobiliare ad un povero cristo quasi mai serve a recuperare qualcosa,perciò non lo si fa più e se aggiungete al tutto che,la cessione del credito alle agenzie di Recupero (dette anche cani da riporto) frutta sicuramente di più in chiave fiscale,il cerchio si chiude.

Sull'auto, anche se serve per il trasporto di una persona invalida, è purtroppo legittimo il fermo amministrativo in caso di debiti con la Pubblica Amministrazione (Equitalia e cartelle esattoriali).

da hai domande sui debiti? at indebitati.it forum

Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, accedi al forum.

18 settembre 2010 · Chiara Nicolai

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il pignoramento può riguardare anche le cose mobili (arredamento, oggetti vari) presenti nell'appartamento non di proprietà del debitore.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Giuseppe 17 luglio 2011 at 14:57

    salve, secondo la Telecom ho un debito nei suoi confronti di 150€. ho provato a far reclamo ma secondo loro non ho ragione. la società Maran incaricata da telecom mi sta minacciando di venire a pignorare il mio televisore, ma da quanto leggo in queste righe, mi sembra di capire che difficilmente lo faranno e quindi difficilmente verranno a riprendersi questi soldi, giusto?
    una cosa non ho capito però: viene pignorato un valore equivalente? mica possono pignorare quel che gli pare che valga molto di più?
    infine, i costi dell'ufficiale giudiziario, se li caricano loro o compreso nel pignoramento?
    grazie

    • Simone Saintjust 17 luglio 2011 at 15:29

      Lasci perdere. Per pignorare il televisore devono chiedere al giudice un decreto ingiuntivo. E notificare a lei la richiesta per una eventuale opposizione. Solo allora avrà un senso affrontare la questione.

    1 2 3