Può una multa aumentare così tanto dopo appena un anno?

Salve, l'8/06/2007 mi è stata consegnata a mano una multa dell'importo di € 222 per scaduta revisione + fanalino rotto (articolo 79 + articolo 80).  Avendo perso il bollettino di pagamento originale allegato al verbale, ho tentato di pagarla usando un bollettino compilato da me seguendo le indicazioni pubblicate sul sito della polizia stradale ma quando l'impiegato postale inseriva il numero di verbale stampato sul verbale stesso riceveva un errore ed il pagamento non veniva accettato. Così, Convinta che comunque avrei ricevuto via posta una notifica o sollecito di pagamento da parte della P.S. in caso di mancato pagamento, ho temporaneamente lasciato perdere. Sfortunatamente, ieri, 07/10/2008, mi è arrivata una cartella esattoriale relativa a suddetta multa, e con spiacevole sorpresa ho notato che l'importo, in un anno, è stato non solo raddoppiato ma anche arricchito con un ulteriore bonus di € 89 ( x maggiorazione di spesa) + € 24.83 ( x compensi di riscossione). Totale multa da pagare allo stato attuale € 564.71.
Mi spiace essermi dilungata troppo, ma sono ancora un po' sconvolta dall'accaduto. Concludendo, quello che vorrei sapere è:

1) E' normale che una multa non pagata diventi direttamente cartella esattoriale? Non avrei dovuto ricever prima una sorta di sollecito da parte della Polizia Stradale del comune di competenza?

2) Può una multa aumentare così tanto dopo appena un anno? (da € 222 a € 564,71 )?

Grazie mille in anticipo per il Vostro interessamento e aiuto.

Commento di Paola | Martedì, 7 Ottobre 2008

1a) SI
1b) NO
2) SI

Infatti:

1) La multa va pagata entro 60 gg. dalla notifica (quella determinata dall'invio della comunicazione di “avviso”). Un solo giorno di ritardo equivale a multa non pagata.

2) L'importo della cartella esattoriale computa quanto segue:

a) il 61° giorno dalla notifica della multa, la sanzione irrogata raddoppia in caso di mancato pagamento;
b) la notifica della cartella di pagamento ha un costo (spese di notifica cartella esattoriale);
c) dal 61° giorno della notifica della contravvenzione a quello di iscrizione a ruolo della sanzione, decorrono gli interessi di mora (sull'importo raddoppiato, nel tuo caso pari ad euro 444);
d) la società di Equitalia prende il 4,6-4,7% circa dell'importo iscritto a ruolo (spese di riscossione).

Gli importi b) e c) presumibilmente son stati raggruppati nella voce "maggiorazioni di spesa"

Se sommi la multa raddoppiata e le maggiorazioni di spesa ottieni 444 + 89 = 533
E ci siamo anche con le spese di riscossione che equivalgono, + o -, al 4,66% di 533 euro

L'aiuto purtroppo non c'è. O, almeno, c'è stato solo quello di aiutarti a capire. Spero.

23 ottobre 2008 · Giuseppe Pennuto

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

, , , ,

multe ricorsi e sinistri - domande e risposte

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su può una multa aumentare così tanto dopo appena un anno?. Clicca qui.

Stai leggendo Può una multa aumentare così tanto dopo appena un anno? Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 23 ottobre 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria multe ricorsi e sinistri - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca