Protesto per assegno senza provvista - La banca può non avvertire

Protesto di un assegno per mancanza fondi - La banca non ha l'obbligo di avvertire il correntista

Non esiste nessun obbligo, da parte della banca, di avvertire il correntista prima della elevazione del protesto di un assegno emesso per mancanza di fondi. In caso di incapienza del conto corrente, infatti, non sussiste una posizione di interesse legittimo del correntista, consistente nel legittimo affidamento dello stesso di [ ... leggi tutto » ]

Protesto di un assegno per mancanza fondi - Il fatto

In primo grado, il Tribunale di Pistoia aveva dichiarato, con sentenza non definitiva, legittimo il protesto levato con riferimento ad un assegno emesso da un correntista tratto su un istituto di credito. Il medesimo organo giudicante, con sentenza definitiva, aveva rigettato la domanda del traente al risarcimento dei danni [ ... leggi tutto » ]