Protesto di assegno bancario ed emissione di assegni postali

Protesto di un assegno bancario - possibile aprire un conto corrente ed emettere assegni postali?

In caso di protesto di un assegno bancario è possibile, ovviamente prima del decorso quinquennale di decadenza del medesimo, aprire un conto presso le poste ed essere autorizzati ad emettere assegni postali, di fatto equivalenti ai bancari?

La consultazione del RIP viene effettuata anche da Poste Italiane - impossibile aprire un conto corrente postale con carnet di assegni

No, non è possibile: sia le banche che le poste non aprono rapporti di conto corrente con soggetti che risultino protestati in seguito a consultazione del RIP (Registro Informatico Protesti).

10 ottobre 2012 · Giorgio Martini

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità o per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita e briciole di pane

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su protesto di assegno bancario ed emissione di assegni postali. Clicca qui.

Stai leggendo Protesto di assegno bancario ed emissione di assegni postali Autore Giorgio Martini Articolo pubblicato il giorno 10 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 17 dicembre 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

cerca