Assegno che le banche non vogliono cambiare a un protestato [Commento 1]

  • molly 6 novembre 2013 at 18:39

    Salve, ho un quesito da porre. Ho un conto ditta ancora aperto presso la banca X scoperto (1000 € circa), ho chiuso ormai il negozio da un paio di mesi e ho lavorato per un'agenzia, questa mi paga con un bonifico in circolarità da riscuotere presso la banca X o una del suo gruppo. Posso cambiare il bonifico in un altra filiale del gruppo o possono rifiutarsi di cambiarmelo perché in debito?
    Grazie in anticipo

    • Ornella De Bellis 6 novembre 2013 at 19:00

      E' probabile che le chiedano di aprire un conto corrente per accreditare la somma, specie se superiore ai mille euro, millantando la solita, riscaldata minestra delle norme antiriciclaggio. Infatti, l'assegno circolare dovrebbe essere regolato in contanti, previa identificazione del portatore. D'altra parte, non credo sia il caso di tentare la sorte e poi aprire, eventualmente, un contenzioso laddove dovessero essere attivate procedure scorrette nei suoi confronti (versamento sul conto in rosso e compensazione).

      Insomma, io eviterei di presentarmi dal creditore con un assegno circolare. Le suggerisco di concordare, con l'agenzia, una modalità di pagamento diversa, che non coinvolga la banca X. Anche se capisco bene che risulta piuttosto complicato, e imbarazzante, doverne spiegare i motivi.

1 2

Torna all'articolo