Protestato per assegno postdatato risultato emesso senza autorizzazione al momento dell'incasso

Nell'anno 2009 sono stato protestato per un assegno scoperto emesso a favore della mia assicurazione: naturalmente la banca mi aveva richiesto la restituzione del carnet degli assegni restanti in mio possesso con conseguente raccomandata pervenutami per comunicarmi la revoca all'emissione di assegni.

Il carnet si componeva di 8 assegni rimanenti tutti restituiti e di un altro assegno per cui avevo fatto richiesta di annullamento visto che era stato consegnato a garanzia di un contratto di acquisto di quota di cooperativa sociale per acquisto di una casa che come specificato nel contratto sarebbe stato riscosso solo al momento dell'effettivo inizio della costruzione. (rivelatasi una truffa)

Sono stato riabilitato a gennaio 2011, ma purtroppo proprio a seguito della truffa di cui sopra anche se nell'anno 2010 e poi 2011 avevo tentato di recuperare quell'assegno famoso non riuscendoci, pensavo che essendo l'assegno bloccato non poteva essere presentato per l'incasso.

A fine ottobre 2011 la banca mi protesta proprio per questo assegno per mancanza autorizzazione ad emettere assegni.

Le mie perplessità nascono dal fatto che:
1) trattasi di truffa per cui ho fatto denuncia ai carabinieri purtroppo successiva al protesto;
2) Irreperibilità del beneficiario truffatore.

Che cosa posso fare per ottenere la riabilitazione?

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su protestato per assegno postdatato risultato emesso senza autorizzazione al momento dell'incasso.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.