Quale olio?

Non è raro trovare nei cosmetici tracce di olio di visone, di tartaruga, di capodoglio o di balena - animali minacciati di estinzione. Viene utilizzato frequentemente anche l'olio di palma, prodotto da monocolture grandi consumatrici di concimi sintetici e di pesticidi. L'olio di jojoba, estratto da un albero coltivato in zone aride, costituisce una valida alternativa per preservare la bio-diversità; la sua coltivazione contribuisce anche a frenare la desertificazione.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.