Il disastro del progetto garanzia giovani » La storia di un flop annunciato tra le proteste dei tirocinanti e le riflessioni degli esperti

A più da un anno dalla sua attuazione forniamo un analisi sul progetto garanzia giovani, tanto sponsorizzato e pubblicizzato ma, a dire di tirocinanti e addetti ai lavori, destinato a diventare un vero e proprio flop.

Il 2014 era stato l'anno di avvio della Youth Guarantee, o Progetto Garanzia Giovani, il programma europeo per favorire l'occupabilità e l'avvicinamento dei giovani al mercato del lavoro.

Il piano prevedeva, e prevede tutt'ora, una serie di misure, a livello nazionale e territoriale, in teoria, volte a facilitare la presa in carico dei giovani tra 15 e 25 anni per offrire loro opportunità di orientamento, formazione e inserimento al lavoro.

Da notare bene che in Italia il governo ha deciso di estenderlo fino ai 29 anni.

Ma, a più di un anno dalla sua introduzione, le aspettative attese sono state soddisfatte?

Vediamolo nel prosieguo dell'articolo.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il disastro del progetto garanzia giovani » la storia di un flop annunciato tra le proteste dei tirocinanti e le riflessioni degli esperti.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.