Prestiti INPS ex Inpdap » Il quadro aggiornato sulla situazione dei finanziamenti erogabili

Nell'articolo che segue, vi forniremo il quadro aggiornato sulla situazione dei finanziamenti erogabili dall'INPS: ecco tutto ciò che dovete conoscere sui prestiti inps ex inpdap.

Con la soppressione dell'Inpdap tutte le pratiche relative a dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione sono passate di competenza dell'Inps, che per amministrarli ha creato la Gestione Dipendenti Pubblici.

Ufficio cui devono fare riferimento tutti gli appartenenti al comparto pubblico che desiderano richiedere prestazioni o servizi loro dedicati.

Tra le prestazioni ex Inpdap garantite dall'Inps ricordiamo i prestiti agevolati, che consentono di accedere a somme fino a 150 mila euro a tasso di interesse agevolato. I finanziamenti agevolati Inps ex Inpdap si dividono in piccoli prestiti e prestiti pluriennali e sono concessi in base alle norme definite dal Regolamento Prestiti Inps.

Hanno accesso ai piccoli prestiti i dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo credito dell'Inps). Per i prestiti pluriennali invece sono richiesti anche quattro anni di versamento contributivo presso la Gestione unitaria e un'anzianità di servizio utile alla pensione, anch’essa non inferiore a quattro anni.

Agli iscritti in servizio che presentano domanda per i prestiti pluriennali è richiesta anche la presenza di un contratto a tempo indeterminato. Tuttavia quanti sono assunti a termine possono accedere a finanziamenti estinguibili nell'arco di vigenza del contratto, purché questo non abbia una durata inferiore a tre anni.

Comunque, nei paragrafi successivi, vi forniremo un quadro aggiornato della situazione.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su prestiti inps ex inpdap » il quadro aggiornato sulla situazione dei finanziamenti erogabili.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.